HOMEAZIENDASERVIZINEWSDOVE SIAMOCONTATTI
       
 


Anche quest'anno l'azienda Newline ha dato il proprio contributo per la realizzazione della Treviso Marathon 2011 offrendo i propri mezzi per il trasporto del materiale necessario allo svolgimento della manifestazione...


testo tratto dalla Tribuna di Treviso

Fernanda Rasera collabora con Treviso Marathon dalla prima edizione, ma dal 2008 («l'anno dell'unica maratona al mondo con tre partenze e 84 km di gara da gestire»), coordina tutta la logistica con Mauro Miani al suo fianco. «Dietro le quinte siamo una grande squadra, che lavora come disse Henry Ford: "Trovarsi insieme è un'inizio, restare insieme un progresso, lavorare insieme un successo". Ciascuno dona il 10, il 50, il 100% del proprio tempo, professionalità, conoscenze, mezzi. Dico sempre che siamo come una squadra di Top Gun, che se vogliamo volare alto non dobbiamo sbagliare».

Fernanda Rasera coordina, riunendoli periodicamente, i 60 capi settore, che a loro volta dirigono complessivamente quasi 1.800 volontari. «Lavoriamo a beneficio degli atleti, del territorio per l'indotto che la gara porta, ma soprattutto perché crediamo nello sport come benessere fisico e psichico, come strumento di crescita per i nostri figli e bene sociale».

Per la maratona si spostano montagne di materiale (vedi numeri sopra). «Oltre a ciò - precisa Fernanda - sacche atleti, pacchi gara, carrozzine olimpiche, trasportate con straordinaria professionalità dalla ditta Newline, utilizzando i propri tir ed i container Euromobil e De Toffoli; i camion di Andreola Vivai e Mariotto Costruzioni aiutano per gli spugnaggi, seguendo le tempistiche dettate dal responsabile ristori e spugnaggi Loris Marsura.

Francesco Sartori coordina con Edy Benincà l'allestimento della zona arrivo con i camion di Edilizia Pizzolato e Merlo Trasporti, e lo spostamento delle transenne prestateci dai comuni amici con i mezzi di Canzian manufatti e Alternativa Ambiente. In partenza il responsabile Fabio Bolzan, con Jerry Marchetti e Silvano Bernardi, sistemano transenne, cartellonistica, griglie per le gabbie partenza, tavole e panche. Prima della riapertura delle strade i camion di Savno, Contarina e Treviso Servizi, passano per la pulizia delle strade e raccolta rifiuti».

L'impegno per l'allestimento del Ponte sul Piave a Ponte della Priula (aste e 200 bandiere tricolori e di tutto il mondo, e percussionisti senegalesi e un gruppo di Tuareg che attendono l'arrivo degli atleti) ha un sapore particolare. «Il ponte è un punto d'unione con la storia. Oggi non siamo più emigranti ma sui banchi di scuola e al lavoro i nostri figli hanno come amici gli immigrati: la maratona è segno di uguaglianza, non importa di che colore sei, con pantaloncini e scarpe quello che conta è il tempo in cui corri i 42,195 km.

Sono felice di essere riuscita, con il ponte con le bandiere tricolori, a lanciare un grande messaggio di pace». Dove trovate la forza per organizzare tutto questo? «La vera forza sono i miei collaboratori ed i volontari, persone che si sono messe a disposizione di una maratona giovane che nell'anno dei tre percorsi si è messa dietro solo alle grandi maratone, in un panorama di 60 maratone in Italia; comunque sempre più difficile, sia nel reperire volontari, sia per i mezzi finanziari che hanno raggiunto quest'anno il minimo storico.
Il mio grande rammarico è di non riuscire ad avere una diretta Rai di questa meravigliosa maratona, che attraversa 9 Comuni e porta 80.000 spettatori lungo il percorso».


Link alla pagina web









 










Newline Trasporti Sas | Via Campestrin 4 | 31020 Soligo Treviso | T 0438 980479 | F 0438 985412 | PIVA 02206190262 | info@newlinetrasporti.com | credits